Chiave morbida

Il grimaldello bulgaro può essere composto da due attrezzi: un tensore e la cosiddetta “ chiave morbida ” o da un unico attrezzo che integra entrambe le funzioni, la cosiddetta “chiave magica”. In entrambi i casi il principio di funzionamento è il medesimo. Secondo il sito specializzato Secureh24.

Sembra facile per te, signor serraturiere. Basta solo fare una copia dalla chiave.

Lo speciale grimaldello viene utilizzato come tensore e inserito nella serratura seguito da un decodificatore, la chiave morbida. Questa ha denti mobili, regolati da una frizione che riesce a . Un grimaldello appositamente limato e utilizzato come tensore viene inserito nella serratura seguito da quello decodificatore, la chiave morbida. I ladri operano in questo modo: inseriscono nella serratura il grimaldello tensore e successivamente quello decodificatore, detto impropriamente chiave morbida.

La chiave morbida è un attrezzo con denti mobili, regolati da una frizione che riesce a rilevare la posizione dei denti della chiave originale”, . Il chiavistello utilizzato si compone di due parti: una chiave cosiddetta morbida e un secondo attrezzo, detto tensore. La prima è un grimaldello che si adatta alla matrice della serratura e permette di individuarne i codici, la seconda è fatta di stagnola e serve per imprimere la forma della . Ma come funziona esattamente?

Il tensore entra nello spazio a lui dedicato mettendo . I furti con la chiave bulgara sono decisamente più sofisticati di quelli con scasso. Costruzione di una chiave componibile. Testi e foto di Simon Mago. Infatti, questa monografia vuole avere solamente uno scopo.

Come funziona la chiave bulgara? Si tratta di un sistema che richiede poco tempo. Una volta individuata la casa, come già capita per i segni che si trovano sui citofoni, sono necessari due strumenti: la chiave “ morbida ”, cioè il grimaldello che per la sua struttura è in grado di leggere i codici della serratura, . Grazie a questa particolare chiave il gruppo criminale dei georgiani era solito aprire le case dei malcapitati residenti, il tutto senza compiere infrazioni di alcun tipo: semplicemente aprendo la serratura.

Questo strumento consta di una chiave “ morbida ”, cioè il grimaldello che legge i codici della serratura, e un secondo attrezzo, detto “tensore”, di norma di stagnola, su cui si copia la forma della serratura ruotandola con pochi gesti. Una volta che hanno ottenuto la duplicazione, con un tornio, si ricava la . La chiave bulgara, infatti, è composta da due parti fondamentali: un tensore e una chiave morbida. Anzitutto, un tensore simula il giro della chiave nella serratura.

Viene poi inserita una chiave morbida , con denti mobili, che scorre fino ad assumere esattamente la forma della serratura. Alla fine, si ottiene una copia perfetta della chiave originale che permette di aprire e richiudere la porta a piacimento.